Big Bang gamma Redwolf

08/10/2012

redwolf

BIG BANG EVENT GRUNDFOS. IL FUTURO E’ GIA’ QUI

Il profumo di novità ed innovazione è un catalizzatore non indifferente di persone.

Lo dimostra il grande successo del Big Bang Event che    si è svolto lo scorso 27 settembre nella prestigiosa   location del Grand Hotel di Gardone Riviera, una maestosa cornice per presentare altrettanto affascinanti prodotti destinati realmente a cambiare la vita dei progettisti e degli installatori, facilitandone radicalmente il lavoro.

Infatti, con grande orgoglio, sono stati ufficialmente presentati i due neonati in casa Grundfos, i circolatori ad altissima efficienza Alpha 2 e Magna 3. E come preannunciava il nome dell’evento, si è verificata una vera e propria esplosione di interesse e curiosità, sancendo il trionfo di una giornata molto importante ed incisiva per gli operatori attivi nel mondo dei sistemi di pompaggio.

Uno dei primi momenti dell’intensa giornata è stato scandito dalla proiezione del Redwolf Movie, un video di grande impatto emozionale che presenta la nuova Magna 3, l’ennesima conferma che in fatto di comunicazione, Grundfos non è seconda a nessuno.

Lo dimostrano le sue empatiche strategie legate al marchio ed ai prodotti, che per questo nuovo progetto sono ricadute sulla figura del lupo, un animale fascinoso, vincente sia sa solo che in gruppo, e marcatamente grintoso, proprio come le performance e la “personalita’” della nuova pompa presentata. L’obiettivo di questa nuova gamma è promuovere Grundfos; leader di mercato anche nel segmento dei grandi circolatori, proprio come lo è già per quelli più piccoli.

Ma effetti scenici e video a parte, il vero successo si è potuto riscontrare grazie alle reazioni dei progettisti e degli installatori nella “Demo Room”, una stanza in cui sono stati messi in funzione in modalità di test i nuovi circolatori Grundfos. Si è potuto provare con mano quanto la loro interfaccia sia estremamente semplice ed intuitiva e quanto il loro funzionamento possa apportare vantaggi su tutti i fronti. L’avanzamento tecnologico delle nuove soluzioni è stato di immediato apprezzamento, proprio come il loro utilizzo permette immediati vantaggi.

“Attrezzarsi per tempo in vista delle nuove esigenze di mercato”. E’ questo un concetto chiave che anima l’esigenza, ormai impellente, di scegliere pompe di circolazione che rispondono a severi standard qualitativi.

Il prossimo anno la direttiva EuP diventerà la norma di riferimento in Europa, con l’obbligo del minimo indice di efficienza energetica (EEI) per i circolatori di 0,27, ed entro il 2015 questo valore verrà ulteriormente ridotto a 0,23. Già adesso, Magna 3 si attesta ad un EEI di 0,19 ed Alpha 2 di 0,15. Ciò vuol dire garanzia di risparmi significativi, sia in termini di denaro che di energia, già ai nostri giorni.

E nell’attuale panorama di cambiamento climatico e di patti tra gli Stati per la diminuzione delle emissioni inquinanti, assume un valore rilevante anche il consumo energetico per il funzionamento degli impianti, i cosiddetti “consumi elettrici passivi” .

Essi non vanno assolutamente sottovalutati poiché hanno forte incidenza sui consumi complessivi per la climatizzazione, e quindi anche nella classificazione energetica degli edifici.

La possibilità di ridurli è attuabile mediante l’intervento di due attori. I progettisti, che devono effettuare la corretta scelta dei circuiti a portata variabile e dei salti termici dei fluidi termo vettori, e dei costruttori di elettropompe, responsabili di quanta efficienza e qualità immettono sul mercato grazie agli alti rendimenti raggiungibili.

I risultati concretizzati nelle nuove gamme Grundfos sono frutto di un lavoro di eccellenza effettuato da un valoroso team di ricerca e sviluppo, costituito da alcuni dei migliori ingegneri impiantisti esistenti al mondo.

Ed al fine di mostrare scientificamente e didatticamente il rendimento e il risparmio energetico permesso dalle nuove soluzione, è stato estremamente esaustivo l’intervento dell’Ing.  Matteo Bo, della Prodim di Torino. L’esperto ha condotto la platea in una vera e propria lezione tecnica di “ripasso” sul funzionamento e le peculiarità dei sistemi di pompaggio e i relativi motori elettrici.

Non è mancato neppure il momento ludico grazie all’intramontabile fascino del bingo, rivisitato da Grundfos con i vari circolatori al posto dei numeri, un’idea carina che ha permesso di chiudere con spensieratezza e simpatia l’intensa giornata intrisa di importanti contenuti tecnologici destinati realmente a rivoluzione il mondo impiantistico.

Il futuro è già qui.

 





    Facebook Twitter LinkedIn Technorati