In Cina, l'ambasciata danese riduce del 50% il consumo energetico grazie ad un migliore sistema HVAC

Le pompe aiutano l'ambasciata a ridurre le proprie emissioni di CO2La Royal Danish Embassy a Beijing, Cina, ha installato circolatori Grundfos iSolutions per i propri sistemi di riscaldamento, di raffreddamento e per la circolazione di acqua calda. Il risultato: consumi energetici dimezzati.
Case story Edifici Commerciali

L'ambasciata danese è una delle prime ambasciate a Beijing impegnata a trovare una soluzione innovativa per migliorare l'efficienza energetica dei propri edifici al fine di eliminare le proprie emissioni di CO2. Allo stesso tempo vuole migliorare il riciclo in modo da diventare autosufficiente, spiega Friis Arne Petersen, Ambasciatore Danese in Cina.

Per riuscire a raggiungere questo tipo di eco-sostenibilità, l'ambasciata ha installato dei sistemi di pompaggio Grundfos per i propri impianti di riscaldamento, raffreddamento e acqua calda (HVAC).

"In generale è una questione di credibilità,sia per il Paese che ci ospita, la Cina, sia per le società danesi che rappresentiamo all'estero . "Cerchiamo di essere sostenibili in ogni modo possibile, utilizzando il meglio della tecnologia "eco-sostenibile" afferma Petersen "Con noi le parole diventano fatti concreti".

FOTO: Friis Arne Petersen, Ambasciatore Danese a Beijing, Cina, auspica che la ricerca sostenibile dell'ambasciata possa essere d'esempio alle società cinesi e che queste inizino anch'esse a ragionare in questo senso.


Facciamo il massimo per offrire sempre le migliori soluzioni eco-sostenibili. Con noi le parole diventano fatti concreti.

Friis Arne Petersen, Ambasciatore Danese per la Cina

FOTO: Friis Arne Petersen, Ambasciatore Danese in Cina, nella sala dei componenti meccanici dell'ambasciata.

Sostituzione nuove pompe
Lo scorso anno, il gruppo di consulenze COWI ha condotto un Energy Audit presso l'ambasciata danese di Beijing. E' risultato che ci sarebbe stata una grande opportunità di risparmiare notevolmente in termini energetici se si fossero sostituite le vecchie pompe. L'ambasciata fu costruita nel 1970 in diversi fasi nel pieno rispetto delle leggi danesi sulle costruzioni.

"Il consumo energetico dell'ambasciata era molto elevato - con 475 kW/ora per m2 annuali - mentre un edificio nuovo della stessa tipologia per la legge danese dovrebbe consumare annualmente 71 kW/ora per m2 ," ci spiega Gitte Svantemann, Project Manager del progetto, COWI.

"Abbiamo creato una lista con tutte le aree in cui era possibile risparmiare in termini energetici. La priorità principale è stata quella di sostituire le pompe per la circolazione dell'acqua. Abbiamo capito che le vecchie pompe erano sovradimensionate e che la loro sostituzione avrebbe permesso di ridurre di molto il consumo energetico."

"Abbiamo suggerito di utilizzare per l'ambasciata i sistemi di pompaggio Grundfos che riteniamo tra i migliori del mondo" afferma Svantemann. "Hanno una durata considerevole nel tempo e sono famosi per la loro efficienza."

Kristian Dalestedt Jakobsen, Direttore Amministrativo presso l'ambasciata danese, afferma: "Abbiamo chiesto a Grundfos di sviluppare una soluzione a risparmio energetico che utilizzava un sistema operativo affidabile. L'ambasciata, dopo aver visionato l'offerta proposta da Grundfos e considerata anche l'elevata qualità dei prodotti e delle soluzioni, ha scelto la società danese."

Una riduzione del 40%
L'obiettivo dell'ambasciata era di ridurre del 35-40% il consumo energetico per l'acqua calda e fredda. C'era necessità di un impianto di riscaldamento efficiente in cui la temperatura non dovesse essere regolata in continuazione. In passato l'ambasciata danese richiedeva la visita di un esperto di sistemi HVAC due volte all'anno, in primavera ed in autunno, per impostare il termostato. Alcune delle pompe precedenti avevano più di dieci anni.

Le nuove pompe Grundfos sono dotate di sistemi di regolazione integrati per la fornitura ottimizzata di riscaldamento, raffreddamento e acqua calda sanitaria. Sono in grado di regolare la velocità di funzionamento e, quando non è necessario, fare funzionare la pompa a pieno regime. Le  pompe sono in grado di autoadattarsi alle effettive esigenze del sistema, grazie alla funzione AUTOAdapt™. Questo garantisce che possano automaticamente adattarsi al sistema e a qualsiasi variazione nell'arco dell'anno con maggiore comfort e ridotto consumo energetico.

FOTO: Wang Yiqun, elettricista dell'ambasciata ci spiega che le pompe Grundfos possiedono "molte funzioni automatiche come la possibilità di regolare la temperatura e la pressione, funzioni non presenti nelle nostre precedenti pompe."

Funzionamento facile
L'elettricista dell'ambasciata, Wang Yiqu, concorda nel dire che le pompe sono molto semplici da utilizzare e far funzionare. "Lavoro per l'ambasciata da 13 anni e non ho mai visto pompe come queste," afferma. "Sono silenziose e poco ingombranti. Sono molto pratiche perchè sono dotate di moltissime funzioni automatiche, come le regolazione della temperatura e della pressione, e non possono essere paragonate alle pompe utilizzate in precedenza."

Grundfos ha collocato 34 misuratori kWh sulle 34 unità (alcune di queste hanno una funzione kWh) in grado di monitorare il consumo mese per mese. Anche se le pompe erano state installate da poco ed il sistema era anch'esso in funzione da poco, le letture iniziali indicavano già che i risparmi energetici avrebbero eguagliato quelli prefissati da Grundfos e dall'amabasciata.

"Se il sistema riesce ad confermare tutte le nostre aspettative, ridurremo le emissioni di CO2 di circa 25 tonnellate, su base annuale" sostiene Jakobsen. "Risparmieremo il 40% dell'energia precedentemente impiegata per la circolazione di acqua calda e fredda.Questo permette di generare risparmi significativi per l'ambasciata e contribuisce ad avere un ambiente migliore, portando benefici sia all'ambasciata che alla Cina."


Lavoro per l'ambasciata da 13 anni e non ho mai visto delle pompe come queste.

Wang Yiqun, elettricista presso la Royal Danish Embassy, Cina

Non solo risparmio energetico
L'ambasciata danese ha dichiarato che intende incoraggiare sia le società danesi che quell cinesi a seguire il proprio esempio. L'acqua e l'elettricità in Cina però già di per sè hanno un prezzo basso, e questo genera alcuni dubbi sulla convenienza di un approccio eco-sostenibile".

FOTO: La sala dei componenti meccanici presso la Royal Danish Embassy a Beijing, Cina.

Petersen afferma che questo non è comunque l'aspetto più importante.

"Quando si sviluppano soluzioni eco-sostenibili l'obiettivo principale è di dimostrare l'importanza di essere responsabili nei confronti dell'ambiente - non solo quello di risparmiare" afferma Petersen. 

"Siamo determinati e vogliamo investire nell'innovazione eco-sostenibile per contribuire ad un miglioramento climatico ora e nel futuro. Il progetto ha suscitato interesse anche in altre ambasciate ma vogliamo che il nostro approccio sia un esempio per tutti e che le società cinesi decidano finalmente di seguirci, interessandosi maggiormente al concetto di "eco-sostenibilità tecnologica". Il capitale invesito in soluzioni Grundfos permette un ritorno0 molto rapido del capitale investito, grazie ai significativi risparmi energetici generati. L'acquisto di prodotti a "buon mercato" nel lungo termine richiederà solo costosi interventi manutentivi successivi.

"L'inquinamento in Cina ha un impatto enorme sia sulla popolazione sia sull'economia, specialmente nelle grandi città" aggiunge Petersen, "portando a ritardi nei voli aerei, a congestioni e ad un aumento della spesa medica, solo per menzionarne alcuni. Non saremo l'istituzione più importante di Beijing, ma il nostro approccio auspica una Cina più eco-sostenibile e continueremo ad utilizzare prodotti di questo tipo, come i prodotti Grundfos. In Danimarca, abbiamo un modo di dire molto cinese: "Molti ruscelli creano un fiume forte.’”

Tre tipi di circolatori

Questi i prodotti Grundfos installati all'interno dell'ambasciata danese a Beijing per un maggiore comfort interno:
18 circolatori Alpha2 per il riscaldamento ed il raffreddamento
12 circolatori Magna3 per il riscaldamento e il raffreddamento e la circolazione di acqua calda sanitaria
4 circolatori NBGE per il riscaldamento e raffreddamento principale.

Grundfos iSOLUTIONS - Un'introduzione
Grundfos iSOLUTIONS è un approccio sistemico. La gamma Grundfos iSOLUTIONS racchiude quasi tutti i prodotti

Grundfos, tra cui pompe standard ed integrate dotate di sistemi di regolazione, sensori e VFD. Troverai sicuramente una soluzione intelligente che permette di soddisfare ogni esigenza di sistema. Questo permette di ridurre il costo totale di acquisto delle pompe e allo stesso tempo di aumentare le prestazioni.
Scopri di più su Grundfos iSOLUTIONS

L'Ambasciata danese: Un posto di lavoro per 65 persone

Gli edifici della Royal Danish Embassy sono situati all'interno del Distretto di Chaoyang a Beijing. Il personale dell'ambasciata è composto da 65 persone. La residenza dell'ambasciatore è situata all'interno dell'area.

L'area consiste di 9 edifici, con una superficie totale di 5,368 m2, di cui circa 2,026 m2 sono riscaldati. L'area dell'ambasciata e gli edifici vennero costruiti nel 1973, ma venne aggiunta un'ala all'edificio degli uffici nel 1999. Nel 2009 la zona degli uffici fu ristrutturata e convertita nella sala pranzo e in una sala meeting. L'ambasciata è formata da sei dipartimenti e un piccolo ufficio di polizia composto da due agenti, uno danese ed uno finlandese e in aggiunta anche un assistente locale.

Scarica una brochure su questa case story.





    Facebook Twitter LinkedIn Technorati