Grundfos cresce moderatamente nella prima metà dell'anno

30/08/2013

Modest growth in Grundfos during the first half-year

Grundfos, leader mondiale di soluzioni di pompaggio, che si rivolge ad un mercato ormai statico in diversi Paesi, nella prima metà di quest’anno è comunque riuscita a crescere positivamente, anche se i numeri non hanno purtroppo eguagliato gli obiettivi ambiziosi prefissati per questo periodo. Il management ha comunque un unico obiettivo per la seconda parte dell’anno: chiudere il 2013 con un risultato positivo.

I primi sei mesi del 2013 del Gruppo Grundfos hanno generato una crescita del 3% e un fatturato pari a 1.47 miliardi di euro. Il profitto ammonta a 59 milioni di euro.

 

“Il nostro mercato è statico. La nostra crescita, seppur modesta, può quindi essere considerata ragionevole. La prima parte dell’anno è sempre stata meno positiva della seconda in Grundfos. Speriamo quindi che i numeri, in termini di crescita, fatturato e profitto, possano crescere, e chiudere l'anno in maniera positiva. Fino ad ora, gli sviluppi del mercato non ci hanno favorito. Infatti, alcuni mercati hanno avuto esiti peggiori di quelli pianificati da noi. Il risultato di metà anno può considerarsi, quindi, appena sufficiente”, afferma il Presidente del Gruppo e CEO, Carsten Bjerg.

 

Il Paese con una crescita maggiore è stata la Cina con il 12%, mentre i Paesi dell'Europa dell'Est hanno ottenuto il 5%. Gli altri Paesi asiatici non sono riusciti a eguagliare le aspettative fissate e quelli dell'Europa Occidentale hanno mostrato di essere mercati stagnanti.

 

“Il personale del reparto Sales sta lavorando duramente, rimanendo sempre vicino ai nostri clienti. Allo stesso tempo, continuiamo a monitorare i nostri costi, adattando il nostro approccio, limitando così le nostre spese. Ogni attività è tenuta strettamente sotto controllo, e ci aspettiamo che il risultato finale per il 2013 mostri una crescita soddisfacente per il Gruppo. Siamo felici di constatare che la nostra forza economica è rimasta immutata, avendo un indice di indipendenza finanziaria (equity ratio) pari a 66.2% rispetto al 64.7% per lo stesso periodo dell’anno scorso”, spiega Carsten Bjerg.

 

Grundfos, nella prima metà dell’anno, ha inaugurato un nuovo stabilimento in Serbia, ha aperto una nuova sede direzionale regionale a Chicago e ha aperto una nuova società di vendita in Columbia.

 





    Facebook Twitter LinkedIn Technorati