Un produttore di macchine per la pulizia di parti industriali ingaggia Grundfos per affrontare una grande sfida

 FOTO: Le pompe utilizzate per i dispositivi per la pulizia delle parti industriali di FinnSonic operano in condizioni molto severe, poiché pompano sostanze chimiche aventi valori pH estremi, olii, detergenti, solventi A3, a temperature molto elevate, liquidi appiccicosi, e funzionano 24 ore al giorno per sette giorni su sette, per molti anni.

E' una tipica giornata fangosa di autunno e siamo nella regione sud-centrale della Finlandia. Ogni superficie della sede della società FinnSonic è estremamente pulita e lucida. Con i propri clienti nell'aviazione, nell'industria automotiva, in quella dei macchinari e della metallurgica, la società è riuscita a costruirsi un'ottima reputazione globale nei 35 anni in cui ha ottenuto grandissimi successi nella pulizia delle parti industriali.
I clienti della FinnSonic hanno la necessità di pulire le parti di ricambio dei propri stabilimenti. FinnSonic fornisce ai propri clienti la migliore tecnologia per la pulizia delle parti di ricambio. Nella pulizia ultrasonica, il risultato è ottenuto grazie alla cavitazione. Le parti sono pulite dopo essere state bombardate da onde sonore ad elevata frequenza in un serbatoio con presenza di liquido. Dopo pochi istanti di trattamento, le parti sporche e unte, come i filtri e le valvole, diventano lucide e splendenti, praticamente come nuove.

La sfida delle pompe

FinnSonic calibra l'ottima combinazione di sostanze chimiche, la temperatura, la potenza ed il tempo per ogni esigenza del cliente. Le temperature possono essere elevate (per esempio, 85°C per la pulizia degli stampi). I liquidi contengono molte sostanze chimiche miscelate insieme. Poiché queste macchine funzionano continuamente per molti anni, ogni loro parte deve essere durevole ed affidabile. L'intasamento o l'accumulo di sostanze può innescare problematiche legate alla qualità. All'interno delle pompe scorrono liquidi di varia natura, dagli olii ai detergenti ai solventi di classe-A3.

"E' difficile scegliere la pompa perfetta, poiché i nostri clienti utilizzano materiali alcalini o acidi con un pH compreso tra 1-14," spiega Lea Kumpulainen, Purchaser e Quality Manager presso FinnSonic. "Mentre si rimuovono le particelle di sporco, i liquidi potrebbero rappresentare una sfida per le tenute meccaniche. Una pompa deve essere in grado di tollerare la marcia a secco. A volte dei liquidi appiccicosi o un quantitativo numeroso di particelle solide formano composti difficili che possono far attaccare le parti solide e causare future perdite dei liquidi.

"Alcune sostanze chimiche con elevato grado di alcalinità potrebbero causare la cristallizzazione della tenuta meccanica causando il non funzionamento della molla," aggiunge. "Temperature estremamente elevate potrebbero creare bollicine di vapore e la cavitazione nella pompa. Le particelle di natura molto abrasiva potrebbero addirittura danneggiare parte della tenuta meccanica. Il nostro fornitore di pompe deve essere in grado di fornire un eccellente supporto tecnico, un servizio di assistenza globale di livello eccelso ed essere in grado di gestire ogni situazione indipendentemente dal paese."

Una decisione importante

FinnSonic sviluppa costantemente i propri prodotti ed i propri processi. Le problmatiche relative alla durevolezza della tenuta sono tipiche, ma possono essere risolte cooperando con il fornitore di pompe e con il produttore delle stesse.
FinnSonic, tre anni fa, ha deciso di cooperare in modo stretto con Grundfos che, a sua volta, ha fornito diverse pompe centrifughe modulari CM con corpo pompa in acciaio inox o ghisa. Sono state utilizzate diverse tenute meccaniche per diversi liquidi, tra cui anche le sostanze chimiche più severe.

Agli inizi del 2012, la FinnSonic ha deciso di scegliere Grundfos come principale fornitore di pompe. "La nostra decisione è stata presa grazie ad un vero lavoro di squadra, grazie ai nostri fornitori, grazie alle attività di ricerca e sviluppo e agli altri dipartimenti,"

FOTO: 'Facciamo parte di questa partnership ormai da due o tre anni e possiamo dire di essere molto soddisfatti," afferma Lea Kumpulainen, Purchaser e Quality Manager presso FinnSonic.

Tea Lehto, CEO di FinnSonic: "Non è una decisione che si prende con facilità, poiché ogni cambiamento impatta i clienti e tutta la relativa documentazione tecnica." La partnership con il più grande produttore di pompe ci ha garantito che i clienti OEM potessero ottenere una rapida assistenza in più di 50 Paesi nel mondo.
La variazione delle specifiche elettriche dei clienti nei diversi continenti non era un problema per Grundfos.

"Siccome i nostri prodotti vengono venduti in tutto il mondo, produciamo pompe dotate di diverse tensioni," afferma Jarkko Ursin, Sales Engineer di Grundfos. "Possiamo anche importare pompe dagli Stati Uniti, se necessario."

"Questo è un grande vantaggio per noi," aggiunge Lehto. Sottolinea che la società esporta il 70-80% dei propri macchinari.
FinnSonic è un fornitore certificato della General Electric. Molti dei suoi clienti sono molto noti, ed alcuni tra questi sono: Lufthansa, Emirates Airline, Scania, Sandvik e Hella. Tra i segmenti chiave si includono le industrie metallurgiche, le industrie produttrici di macchinari, le industrie produttrici della plastica e di vetro - dove la pulitura degli stampi di acciaio richiede l'impiego di sostanze chimiche forti e temperature elevatissime. Tra i clienti parte del mondo dell'aviazione ci sono compagnie di linea per trasporto civile quelle militari mentre, nel settore automotivo, FinnSonic lavora con fornitori di sistemi di aria condizionata, di iniezione di carburante e di sistemi di trasmissione di potenza. I clienti provenienti dall'industria dei macchinari producono prodotti idraulici, pneumatici ed elettronici.

L'economia di esercizio è la chiave di tutto

"L'economia di esercizio è dove la nostra cooperazione con Grundfos entra in gioco," ci dice Lehto, notando che il consumo energetico è molto basso per le pompe Grundfos. "Per poter garantire una vita più lunga ai liquidi di processo, utilizziamo tecnologie diversificate per la gestione degli stessi. I fluidi sono pompati tra i serbatoi di raccolta ed il sistema di filtrazione, mentre allo stesso tempo vengono rimosse le particelle solide, gli olii ed il grasso. Il liquido è normalmente sostituito ogni due mesi, ma questo lasso di tempo può variare, anche di molto. Dopotutto, i nostri clienti producono fino a un milione di parti al giorno."


"Ogni pompa Grundfos è estremamente durevole ed i nostri clienti sono molto soddisfatti."

Lea Kumpulainen, Purchaser e Quality Manager presso FinnSonic

FOTO: Una linea FinnSonic totalmente automatizzata per la pulizia degli O-ring

"Questa partnership dura ormai da circa due o tre anni e ne siamo molto soddisfatti," aggiunge Kumpulainen. "Ogni pompa Grundfos è estremamente durevole ed i nostri clienti sono molto soddisfatti. Inoltre, il fatto che Grundfos tenga le nostre pompe in Danimarca è qualcosa di ottimale per noi, perchè in questo modo ne abbiamo accesso quando vogliamo."

Per quanto riguarda il futuro, Kumpulainen auspica un ulteriore addestramento dei lavoratori, dei tecnici e dei venditori FinnSonic. "La collaborazione con Grundfos e con i nostri clienti è fondamentale per trovare la pompa perfetta per questi ultimi."

FinnSonic spera di collaborare ancora per molto tempo con Grundfos e con la propria clientela. "Siamo famosi perchè offriamo macchinari intelligenti, altamente affidabili e durevoli. Questo ci permette di mantenere i nostri numerosi clienti nel tempo," afferma Lehto.

"Per esempio, abbiamo recentemente ricevuto un ordine per un macchinario da un nostro cliente del settore aviazione. Volevano lo stesso identico modello che hanno acquistato da noi nel 1994 perché ne sono molti soddisfatti. E' in funzione, continuamente, da ormai 20 anni. Questo dimostra quanto i prodotti Grundfos siano durevoli nel tempo. La nostra risposta è stata, ovviamente, che avremmo provveduto a fornire un prodotto adatto alle loro esigenze, ma che nel frattempo la nostra tecnologia era comunque migliorata notevolmente," ci dice sorridendo.





    Facebook Twitter LinkedIn Technorati